mercoledì 5 giugno 2019

Ogni nuovo supermercato

Ogni nuovo supermercato in città comporta negli anni successivi chiusure di negozi, perdita di lavoro, perdita di relazioni e di economia locale, completa bocciatura della filiera, desertificazione! Questo dicono senza equivoci le statistiche nazionali. Non si creano posti di lavoro sul medio termine, ma si perdono.
Per fare parcheggi e aree verdi le soluzioni non sono quelle di svendere il territorio e il nostro futuro e quello delle famiglie, ma di riqualificarlo con altri mezzi e priorità, come il piano di qualificazione urbana. E per il commercio le soluzioni sono quelle di valorizzare, sostenere e promuovere davvero nei fatti, non solo con slogan e a parole, il commercio naturale, i negozi, le attività capillari, nel centro, nei quartieri e nelle frazioni. E insieme la mobilità. Da lì si deve assolutamente ripartire, per evitate la desertificazione sia delle periferie sia del centro

venerdì 31 maggio 2019

In Consiglio Comunale


Carissime/i casalesi e monferrini, fra pochi giorni avrò l'onore di iniziare l'attività di consigliere comunale. Un ruolo importante che farò con pieno spirito di servizio, con l'impegno nell'essere preparato e non superficiale, con il rigore nell'ascolto, nell'etica e nella trasparenza, con l'attenzione al confronto e la capacità di non vedere solo i problemi ma anche di ricercare le soluzioni. Entrando nel merito, senza pregiudizio.
Sento piena la responsabilità di questo compito. Non sarà facile, ma non sarò da solo, ne sono sicuro. E questa sarà una delle cose più belle.
Non perderò tempo dietro inutili polemiche e strategie autoreferenziali antipatiche e logoranti, mi concentrerò sui problemi, sulle opportunità, sul fare squadra con i colleghi, con gli attivisti di partito e della società civica, con i cittadini tutti senza alcune distinzione.
Sento con emozione il dovere istituzionale e per questo vi ringrazio ancora e vi dico che ci sarò sempre.
Si parte, proseguendo uno straordinario percorso di rinnovamento che ora che è partito non si fermerà.
Che poi quindici anni fa la mia esperienza politica iniziò proprio come consigliere comunale di minoranza a Mirabello. E dopo cinque anni .. diventai sindaco  ...
#casalenelcuore #casaleinsieme

Cena del grazie e per il futuro



Sabato 8 giugno, alle ore 20, presso il Circolo Amici di Oltreponte, in Via Fratelli Bandiera 8, si svolgerà la “cena del grazie e per il futuro” che avrà un significato davvero particolare siccome sarà un appuntamento sia di ringraziamento per quanto fatto fino a ora sia di prosieguo per il futuro e quindi quanto ci sarà ancora da fare, insieme. La cena è aperta a tutti gli attivisti, candidati consiglieri, simpatizzanti e cittadini che vorranno aderire. Un appuntamento che continua a confermare la caratteristica innovativa, anche nelle piccole cose, di questo nuovo e giovane gruppo.

Le iscrizioni possono essere comunicate a Gabriele Merlo (347 960 4517) oppure scrivendo all’email megliogioanola@gmail.com entro giovedì 6 giugno.

Vi aspettiamo


#casalenelcuore

giovedì 30 maggio 2019

Casale nel Cuore, continua l'attività



Mercoledì 29 maggio, alle 21, nell’affollata sede elettorale di Via Roma 148, si è svolta una riunione partecipata con capilista e delegazioni di ognuna delle componenti che ha preso parte attiva al progetto: Casale Insieme, Partito Democratico, Progressisti per Casale, Casale Futura, e Socialisti – Uniti per Casale, Patto coi Cittadini, Italia in Comune, Più Europa.
La decisione unanime è stata quella di proseguire insieme il cammino sia di rinnovamento del centro sinistra casalese sia di proposte innovative per la città con nel cuore le problematiche e le aspettative delle persone.
Non ci fermeremo nel modo più assoluto, anzi aumenteremo gradualmente il passo, crescendo insieme, stando attenti a valorizzare i talenti di ognuno, a partire dai tanti giovani che fanno parte per la prima volta di un progetto politico. Abbiamo iniziato questo percorso condiviso tra le varie componenti poco più di un mese fa, al completamento e alla presentazione delle liste e del programma, considerando fin da subito le votazioni come un ovvio punto di partenza. Un bel progetto, di cui riteniamo ci fosse da diverso tempo bisogno, con il quale vogliamo mettere in campo il meglio di ognuno, per unire e non dividere.
Siamo stati in queste prime 5 settimane di lavoro, condiviso fra tutte e tutti, tra la gente e continueremo a esserlo. Giorno dopo giorno abbiamo iniziato a mettere le basi di un nuovo percorso politico del centro sinistra riscuotendo crescenti riscontri positivi di fiducia. Continueremo su questo solco. Non sprecheremo tempo rincorrendo sterili polemiche che potremo incontrare durante il cammino, mirate a indebolire il gruppo pur di rafforzare posizioni e ambizioni personali. Il nostro sarà un percorso partecipato, rigoroso nell’etica e nella testimonianza con nel cuore il bene comune e il reale, urgente, bisogno dei cittadini di oggi e di domani.
Rispetto alla nuova maggioranza ora al governo della città, da subito faremo un attento monitoraggio rispetto all’attività promessa nei primi cento giorni, entrando nel merito senza alcun pregiudizio. Pronti a complimentarci come a portare critiche sostanziali, sempre costruttive, dalla parte del bene comune.

#casalenelcuore #hocuradite

Ringraziamenti, considerazioni sul voto e sul prosieguo




Ringrazio e abbraccio di cuore tutta la squadra con cui ho avuto l'onore di vivere questa esperienza. Vi voglio bene!

Aver ambito a essere sindaco di Casale è stato un privilegio. E viverlo con voi, incontrando tante persone della comunità, è stata una grande emozione. Da qui ripartiamo, da un risultato comunque importante considerando il contesto nazionale e locale, per un impegno civico e politico di costruzione.

Queste elezioni sono una primissima tappa di un percorso nuovo, partecipato, giovane, iniziato appena due mesi fa ereditando una situazione politica-amministrativa molto, molto, difficile.

L'esito delle votazioni ci mostra che:
- il cosiddetto vento sta soffiando forte a destra. Infatti lo spoglio delle elezioni europee locali ci aveva già consegnato Domenica sera la coalizione di centro destra a più del 60%. Con i tre partiti tutti (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia) in forte rialzo. Inoltre, i voti alle comunali, piuttosto che alle preferenze dei singoli, sono stati dati ai simboli, su tutti il simbolo della Lega. Ad esempio cinque anni fa io e Assunta Prato prendemmo come più votati in assoluto 400 voti ciascuno seppur in una lista civica da 1500 voti totali (1 su 3 che votò la lista votò noi), ora il più votato è Emanuele Capra, a cui faccio i complimenti, con 300 voti ed è nella Lega che di voti ne ha presi più di 4000 (1 su 14 che ha votato la lista ha votato lui).
- Al contempo i numeri di confronto tra europee e comunali suggeriscono che la lista a supporto di Giorgio Demezzi più che togliere punti al centro destra abbia raccolto consenso in particolare dal bacino del voto di opinione dei cinque stelle.
- Come coalizione "Casale nel Cuore" abbiamo certamente recuperato terreno rispetto alla condizione di partenza di due mesi fa, proponendo un progetto di partecipazione e inclusione, iniziando a ricompattare, intercettando voti in un bacino ampio, recuperando per quanto possibile il divario locale e nazionale evidenziato dalle Europee e costruendo una coalizione con tante persone nuove e tanti giovani, come nessun altro negli ultimi anni! Quasi tutti alla prima esperienza politica, con tutti i nati dopo il 2000 tra le nostre fila. Così facendo, un gruppo affiatato ha già iniziato a consolidarsi e a crescere.
Questo è doveroso rivendicarlo sia per tutti coloro i quali (tanti) si sono spesi sia per qualche, seppur sparuto, revisionista del giorno dopo.

Girando per Casale, ascoltando i tanti messaggi, incontrando le persone, si tocca con mano che abbiamo arrestato la tendenza negativa del centro sinistra e iniziato a recuperare consenso da quando siamo scesi in campo. Per questo ringrazio il direttivo del Partito Democratico e il gruppo di Articolo Uno-mdp: senza la loro prima, condivisa, coraggiosa scelta, il progetto di rinnovamento, seppur tardivamente, non sarebbe iniziato. E poi a seguire ringrazio tutte le persone che hanno aderito nelle settimane successive alle liste civiche Casale Insieme e Casale Futura. Ai gruppi "Socialisti - Uniti per Casale", "Patto coi Cittadini", "Più Europa" e "Italia in Comune". Un progetto dove ho conosciuto giovani, persone, amici fantastici a cui, prima di ogni cosa, voglio bene.
Il tempo sapevamo essere poco, davvero poco, per raccogliere riscontri decisivi nell’immediato eppure abbiamo deciso di metterci la faccia e il massimo impegno per ridurre il distacco. Lo abbiamo fatto con assoluto senso del dovere, passione e la consapevolezza di iniziare insieme un percorso con obiettivi oltre la scadenza elettorale.
Ora è il momento di guardare avanti per tutti coloro che si sono impegnati, ci hanno sostenuto e votato. Giorno dopo giorno abbiamo iniziato a mettere le basi di un nuovo, forte e partecipato percorso politico del centro sinistra riscuotendo crescenti riscontri positivi di fiducia. Continueremo su questo solco, facendo buona amministrazione, pronti a intervenire sempre nel merito, senza cadere nel pregiudizio, con la priorità di saper ascoltare, di stare tra la gente e di proporre progetti a lungo termine per il bene comune.
Queste saranno le prime nostre capacità da mettere in campo per fare la differenza nel costruire una nuova credibile e autentica visione di politica partecipata. Si parte, anzi si continua, dopo questa primissima tappa delle votazioni.

#casalenelcuore #hocuradite

La pietra da cantone



Carissime/i compagni di viaggio, vi ringrazio per questo regalo tanto inatteso quanto molto molto gradito!
C'è tutto il nostro progetto, la pietra da cantone insieme alla torre civica, quindi la città e il territorio insieme nelle sue eccellenze. Il tutto in un cuore, Casale nel Cuore, appunto. Grazie, da qui proseguiamo il nostro cammino, partecipato, partito due mesi fa e che continueremo, insieme, a fare crescere, come tanti colibrì, o meglio, come tante tessere di un puzzle. Prima di tutto, con le persone nel cuore

sabato 25 maggio 2019



Il progetto Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco, è una grande mobilitazione di partecipazione e rinnovamento con una prevalente adesione della società civica, la più alta partecipazione di giovani. Un progetto nuovo e giovane, con competenza, capacità di ascolto e visione. Possiamo essere, con il sostegno della cittadinanza, la più concreta e nuova opportunità per il rilancio di Casale e del Monferrato.

Lavoreremo per una nuova visione di città e di territorio con nel cuore le relazioni, le opportunità e l’innovazione. Una rivoluzione dello sviluppo sostenibile, dell’impronta ecologica, della città intelligente, con una progettazione a lungo termine con la priorità di risolvere i problemi di desertificazione, di disuguaglianza, di solitudine.

Le mie precedenti esperienze: quella amministrativa di Sindaco di Mirabello e membro del direttivo nazionale dei “Comuni Virtuosi”, quella lavorativa prima di ricercatore e Professore e poi di manager in azienda; quella sociale di animatore e volontario; saranno il valore aggiunto per rendere concreto il rilancio di Casale e del Monferrato.

Faremo rete per intercettare progetti e finanziamenti. Faremo con cura il lavoro quotidiano, non ci volteremo mai dall'altra parte, partendo dalle problematiche di ogni giorno e proseguendo con le tematiche più ampie con una visione oltre la scadenza elettorale. Eviteremo di rincorrere i tacconi o le iniziative disgregate, lavorando invece in modo organico come città e come territorio. Per non avere periferie e non essere noi periferia geografica, lavorativa, sociale del Piemonte.

Alcune azioni: i giardini e i parchi del “nuovo stile di vita”, il Marchio e l’Assessorato del Monferrato, la Terra del Riso e del Vino, le filiere corte, le ciclovie, le strutture sanitarie/ospedaliere. I collegamenti ferroviari e i collegamenti su gomma con gli aeroporti di Milano e Torino. Il lavoro con la “Rete di imprese territoriale” per agricoltura, commercio, industria, artigianato. L’Assessorato ai Fondi ragionali, nazionali ed europei, gli incubatori di impresa, gli incentivi per le aziende, le collaborazioni con scuole, università. Il “Piano di calmierazione degli affitti” per il commercio, il “Piano per le edicole”, le vie e i cortili dei mestieri, il “Piano per le attività produttive”. E ancora gli “Operatori di strada, la “Casa delle Associazioni”, un coordinamento territoriale del volontariato. Tutta un’altra luce, Innovazione energetica, Verso rifiuti zero. Una ulteriore spinta nella bonifica, con in particolare i piccoli manufatti e i grandi capannoni. La Lotta biologica e integrata alle zanzare. Lo sport come inclusione, opportunità e futuro. La cultura con il Festival dell'arte e della scienza, il Palagiovani, il Castello, il Palio dei Rioni, il museo del lavoro e dell'agricoltura. La nostra capacità di promuovere l’identità del nostro territorio rilancerà i servizi centrali come i trasporti, il lavoro, la sanità